Bologna - San Luca

Bologna - San Luca


Il Santuario di San Luca si erge sulla cima del Colle della Guardia (a circa 300 metri di altitudine). Si può scorgere il suo profilo già in prossimità di Bologna, quando si è ancora in autostrada. Per i bolognesi è infatti un punto di riferimento, è il sentirsi già a casa.
Conta la bellezza di 666 archi, non a caso il numero del diavolo – il portico più lungo del mondo infatti rappresenterebbe il serpente, il male, che viene sovrastato dalla bellezza e dalla forza del Santuario, la Madonna. 
Percorso che, dal centro della città, raggiunge il Santuario di San Luca, tradizionale meta di pellegrinaggi religiosi legati alla devozione dell’immagine della Beata Vergine. Il percorso offre la possibilità di conoscere i portici bolognesi, candidati come patrimonio mondiale dell’Unesco.

Il porticato che collega Porta Saragozza al Santuario della Madonna di San Luca è il più lungo del mondo con i suoi 3,5 km. Costituito da 666 archi, ciascuno contrassegnato da un numero progressivo: i primi 306 collegano Porta Saragozza all'Arco del Meloncello mentre gli ultimi 360 sono quelli situati nel tratto collinare che va dal Meloncello al colle della Guardia. Questi ultimi sono intervallati da 15 cappellette che illustrano il mistero del rosario.
Il percorso prevede l’escursione all’interno del Parco Talon. Partendo da Piazza Maggiore, passando dalla Fontana del Nettuno, si raggiunge la chiesa di S. Martino di Casalecchio di Reno sulla via Porrettana con il bus 20 e si prosegue lungo il sentiero dei Bregoli all'interno del Parco della Chiusa (detto Parco Talon dal nome della Villa Sampieri Talon che domina il parco), da dove si raggiunge il Santuario di San Luca. Il rientro prevede la discesa lungo il porticato che conduce all'Arco del Meloncello e poi lungo via Saragozza, passando per Porta Saragozza, si arriva al Collegio di Spagna e da via de' Carbonesi, proseguendo sul percorso pedonale di via Massimo d'Azeglio si ritorna a Piazza Maggiore.